logo ELENCO DEI ROTABILI:
E.444

Torna all'indice analitico

Locomotive elettriche
 444I.GIF
FS E.444 (I serie)   
La Tartaruga di prima serie (.001-.004) che aprì le FS all'alta velocità alla fine degli anni '60.
Epoca 3-4
 
 E444.GIF
Migliorato!  FS E.444 (1970-85)   
La celebre (e perduta!) Tartaruga, nella versione classica in livrea blu, con panconi rossi e modanatura alluminio.
Leggermente rielaborata rispetto a quella dello screensaver MM originale e con un più vasto assortimento di treni, tra cui il famoso TEE Cisalpin, con carrozze Inox SNCF tipo "Mistral".
Epoca 4  Sfondo trasparente
 
 444R.GIF
Nuovo!  FS E.444 R   
Versione migliorata dell'originale MM.
Epoca 5  Sfondo trasparente
 

 

Il Ligure
 teeligur.GIF
FS E.444 + TEE Ligure (1981)   
Alla fine degli anni '60, la crescita della domanda di mobilità sulle relazioni TEE internazionali stava rendendo insufficienti le automotrici ALn 442/448, sia dal punto di vista del comfort, sia da quello del numero di posti offerti. Allo scopo di sostituirle, le FS si orientarono verso una composizione di materiale ordinario realizzata con nuove carrozze di elevata qualità, trainate da una locomotiva elettrica (con cambio di trazione al confine). Nell'estate del 1972, un totale di 28 carrozze era pronto per effettuare servizio sui TEE Mediolanum, Lemano e Ligure.
Si trattava di quattro modelli diversi: a scompartimenti, a salone, ristorante e bagagliaio. Quest'ultimo aveva anche l'importante funzione di convertire le differenti tensioni fornite dalla locomotiva: la sua presenza era quindi indispensabile in ciascun treno.
Fino al 1982, quando fu trasformato in Intercity, il TEE Ligure utilizzò queste meravigliose carrozze sul suo itinerario da Milano a Ventimiglia e Avignon. Sul tratto italiano, una coppia di carrozze Gran Comfort era generalmente aggiunta in coda al treno. La locomotiva prevista era una E.444 (sebbene la spettacolare linea della Riviera non fosse certamente adatta per le alte velocità...), ma furono usate anche le E.646 e qualche volta persino le E.636. Come di consueto, entrambi i pantografi erano in presa sotto la linea ex-trifase.
Le carrozze TEE sono state disegnate insieme a Franco Sartori.
Epoca 4
 
 ICLIGURE.GIF
FS E.444 + IC Ligure (1983)   
Fedele composizione del Ligure Milano-Marseille, dopo la trasformazione in Intercity, avvenuta nel 1982. Nei primi anni di esercizio come Intercity, era prevista una ristorante CIWL blu a centro treno, poi soppressa. Dal 1990 il treno è stato effettuato con carrozza Z FS; successivamente è stato limitato a Nice e composto da materiale Corail SNCF.
La composizione illustrata, in particolare, con carrozze tipo X delle ultime serie e una delle prime ricolorate in rosso fegato, è stata osservata un giorno di agosto 1983, con l'E.444.080.
Epoca 4
 

 

Treni moderni
 iclemano.GIF
FS E.444 + IC Lemano (1983)   
Nel maggio 1981 il TEE Lemano (Milano-Genève) divenne un Intercity. Fino al gennaio 1984, quando il servizio sull'asse del Sempione venne riorganizzato per garantire la coincidenza a Losanna con il TGV per Parigi, il Lemano fu caratterizzato da questa interessante composizione, con tre carrozze Eurofima di seconda classe e tre TEE. La locomotiva usata tra Milano e Domodossola era di norma una E.444.
Epoca 4
 
 tee_ambr.GIF
FS E.444 + TEE Ambrosiano (1986)   
Insieme con le nuove carrozze TEE, le FS ordinario la costruzione di una serie simile, ma destinata ai servizi interni; le carrozze a scompartimenti, a salone e ristorante erano analoghe a quelle TEE, ma introducevano una livrea tutta nuova, grigio ardesia e avorio, con fasce rosse. Il bagagliaio era invece di disegno diverso e non aveva il compito di alimentare le altre carrozze (un treno poteva dunque viaggiare anche senza bagagliaio). Queste carrozze sono denominate Gran Comfort e sono generalmente considerate una delle migliori serie di carrozze di qualità a livello europeo.
A cominciare dal 1973, sono state utilizzate sui TEE Aurora, Cycnus, Ambrosiano, Vesuvio e Adriatico, generalmente dietro una locomotiva del gruppo E.444. Sebbene sia queste locomotive sia le carrozze fossero state progettate per una velocità massima di 200 km/h, dovettero attendere fino al 1986 per superare i 160 km/h: nel decennio 1975-85, infatti, le FS trascurarono praticamente qualunque istanza di alta velocità a favore del trasporto pendolare intorno alle città maggiori (che in verità ben richiedeva miglioramenti); solo dopo il grande successo del TGV, che dimostrava come l'alta velocità non fosse sinonimo di lusso, le FS ritornarono a sperimentare velocità sopra i 160.
Il disegno riproduce la composizione standard del TEE Ambrosiano, che partiva il pomeriggio da Milano verso Roma, fino al maggio 1987, quando tutti i TEE in servizio interno furono trasformati in Intercity di prima e seconda classe, per meglio incontrare le nuove esigenze della domanda.
Epoca 4
 

 

Treni viaggiatori nell'epoca del grigio ardesia
 444ix64.GIF
Nuovo!  FS E.444.001 + Tipo X (corsa prova, 1967)   
Il primo prototipo di «Tartaruga» effettuò una celebre corsa prova tra Roma e Napoli, nel 1967, toccando la velocità di 200 km/h. I brillanti risultati ottenuti con i primi 4 esemplari del gruppo (E.444.001-004) aprirono la strada alla realizzazione delle locomotive di serie, entrate in servizio quattro anni più tardi.
Epoca 4  Sfondo trasparente
 

[Home page]